Castiglione della Pescaia

Per la qualità del mare e delle spiagge, la cura ambientale e le attrezzature è considerata un’esclusiva meta turistica della Maremma, premiata ripetutamente più volte dal 2005 ad oggi con le 5 vele di Legambiente, castiglione-libro-paolo-085-copia-3posizionandosi prima località balneare per qualità ambientale e turistica nella classifica annuale di Legambiente e Touring Club; per lo stesso motivo il territorio di Castiglione della Pescaia viene denominato anche “la piccola Svizzera” o “la Svizzera della Maremma”.

Grazie alle grandi opere di bonifica del territorio e alla primaria importanza rivestita dal porto prima dell’apertura della Ferrovia Maremmana, il centro conobbe una fase di rinascita e floridezza tra il tardo Settecento e la metà dell’Ottocento, tanto da essere chiamato in quel periodo la piccola Livorno

I dintorni

cani-zia-sonia-e-castiglione-settembre-2007-296-copia-2
A pochi minuti di macchina sono disponibili un ampio ventaglio di attrattive turistiche, storiche ed enogastronomiche.

Prima tra tutte la Diaccia Botrona, zona umida di grande importanza storica ma soprattutto naturalistica, grazie alla numerosa presenza di specie faunistiche presenti._mg_0410-copia-copia

Il Museo Storico Archeologico Isidoro falchi di Vetulonia, recentemente rinnovato con reperti archeologici dell’epoca etrusca e ellenica-romana, rinvenuti negli scavi della città.

Il Parco Naturale della Maremma, uno dei primi parchi regionali nati in Toscana. La sua fondazione risale al 1975. Ben 11 diversi e ben tracciati, itinerari che vi faranno scoprire quanto può essere bella la natura vissuta rispetto a quella guardata in televisione. I punti di maggiore interesse del parco sono: i Monti dell’Uccellina, la zona umida della Trappola, la pianura alla foce del Fiume Ombrone, le spiagge che partono dalla Bocca dell’Ombrone fino a Cala di Forno. Inoltre è possibile effettuare visite guidate, visite in canoa, visite a cavallo, visite notturne, visite in carrozza, visite in mountain bike, birdwatching.

Tra le spiagge più belle nelle strette vicinanze si annoverano la spiaggia Le Rocchette, Casetta Civinini, Cala Martina, la celebre Cala Violina, la spiaggia di Punta Ala, Cala di Forno, la spiaggia di Collelungo e la spiaggia di Marina di Alberese.

castiglione-07-05-205-2-copia-3
Inoltre vi è la fattoria Le Mortelle a soli 3 minuti di macchina. Anticamente faceva parte di un complesso più ampio chiamato La Badiola, già individuato sulle carte geografiche da Leopoldo II a metà dell’800. Gli Asburgo Lorena, bonificando l’area malarica di Grosseto, vollero rendere i possessi della Badiola e dell’Alberese delle fattorie-guida per l’allevamento di bovini.

L’azienda appartiene alla famiglia Antinori che dal 1999 ha lavorato sia ai vigneti che alla nuova cantina. Mortella è il nome del mirto selvatico che caratterizza queste zone costiere ed è simbolo della fattoria: da questo arbusto mediterraneo profumato, deriva anche il suo nome.

Un’altra cantina di rilevante importanza è la Rocca di Frassinello, situata sulle colline del Comune di Gavorrano, in località Poggio La Guardia vicino a Giuncarico. La progettazione della cantina è stata affidata alla firma prestigiosa di Renzo Piano, architetto di fama collocato tra le figure di maggior rilievo nel panorama mondiale dell’architettura.